Benvenuto | Come ordinare | Contatti | Carrello | 0 [items] €0.00


Problemi di erezione: panoramica dei trattamenti farmacologici.

Problemi di erezione: panoramica dei trattamenti farmacologici

I trattamenti farmacologici hanno portato la disfunzione erettile, che è stata a lungo tabù, fuori dall'ombra. Dopo anni di monopolio sul Viagra, la famosa pillola blu, altre soluzioni sono entrate nel mercato dell'impotenza. Scopri tutte le soluzioni che vengono offerte ai pazienti oggi.

Negli ultimi anni, il trattamento dei disturbi erettili è stato arricchito con nuovi composti, con promesse sempre più allettanti. Indubbiamente, i laboratori farmaceutici hanno messo la mano al lavoro e ora offrono varie soluzioni.

Come funziona l'erezione?

Quando un uomo viene stimolato sessualmente, il tessuto erettile si rilassa. Le arterie del suo pene si dilatano e quindi consentono il riempimento dei corpi cavernosi del pene. Il ritorno venoso è ridotto a causa della compressione delle vene tra il tessuto erettile e l'involucro dei corpi cavernosi (albuginea). Pertanto, il pene, come una spugna, si riempie di sangue producendo un'erezione.

La cascata di eventi biochimici che porta all'erezione si basa su diverse fasi:

  • Il rilascio di ossido nitrico (NO) nel corpo cavernoso del pene durante la stimolazione;
  • NESSUNA stimolazione dell'enzima guanilato ciclasi, che aumenta le concentrazioni di guanosina monofosfato ciclico (cGMP), provoca il rilassamento dei muscoli lisci dei corpi cavernosi e del flusso sanguigno;
  • Il livello di cGMP è regolato dalla velocità di sintesi della guanilato ciclasi ma anche dalla velocità di degradazione dell'enzima fosfodiesterasi 5 (PDE5).

I trattamenti farmacologici agiscono aumentando il flusso sanguigno al pene o al sistema nervoso centrale, stimolando le aree responsabili dell'eccitazione sessuale.

Fosfodiesterasi 5 (PDE5), il più noto

Negli anni '80, la scoperta di una nuova famiglia di enzimi, le fosfodiesterasi1, costituì una piccola rivoluzione. Questi composti sono coinvolti nella degradazione del cGMP responsabile dell'erezione. Dopo vari studi, è stato stabilito che un certo tipo di fosfodiesterasi, quello di tipo 5 (PDE5) viene espresso preferenzialmente nel tessuto erettile dei corpi cavernosi.

Gran parte dei trattamenti farmacologici si basa quindi sul blocco di questo composto: meno PDE5, minore degradazione del cGMP, rilassamento dei muscoli lisci, flusso sanguigno ed erezione. Una breve panoramica degli inibitori della fosfodiesterasi 5:

  • Tadalafil (Cialis®): a differenza di questi concorrenti, offre il vantaggio di essere in grado di durare da 30 minuti a 12 ore prima del rapporto sessuale. Secondo gli studi, dal 60 al 73,4% degli uomini che assumono 20 mg di Cialis rispondono ancora a questo prodotto 36 ore dopo. Questo farmaco ha anche dimostrato di funzionare in molte situazioni.
  • Vardenafil (Levitra®): dalla classe di inibitori della fosfodiesterasi 5, questo composto funziona 25 minuti dopo la somministrazione. La sua efficacia è stata valutata in pazienti con condizioni specifiche: diabete, ipertensione, malattie cardiovascolari, iperlipidemia, prostatectomia radicale o depressione.
  • Sildenafil (Viagra®): la famosa pillola blu è stata commercializzata in Italia dal 1987. Più di 150 studi clinici sono stati condotti su questo prodotto che 23 milioni di pazienti in tutto il mondo hanno già utilizzato. Ma ha molti effetti collaterali e dovrebbe essere preso con cautela.
  • Avanafil (Spedra®: 50, 100 e 200 mg) su richiesta (assumere almeno 15 minuti prima del rapporto sessuale, con efficacia dalle 6 alle 10 ore).

Stessa modalità di somministrazione, stessa modalità di azione, stesse controindicazioni (nessuna associazione con nitrati) ... La conduzione di studi comparativi dovrebbe presto dirci di più sui vantaggi e gli svantaggi di ciascuno dei farmaci in termini di effetti collaterali, efficacia e tolleranza .

Alprostadil nell'applicazione locale

Alprostadil, una molecola ben nota, è una prostaglandina E1 (PGE1) che ha dimostrato la sua efficacia nel consentire la dilatazione dei vasi dei corpi cavernosi. Il trattamento viene somministrato mediante applicazione manuale, mediante iniezione intra-cavernosa o mediante applicazione di un bastoncino intra-uretrale (che viene introdotto attraverso il meato).

Vitaros® è una crema che viene semplicemente applicata sulla punta del pene tenuta verticalmente. L'effetto appare entro i prossimi 5-30 minuti e dura circa 1-2 ore.

Il Muse®: sempre meno prescritto, si tratta di un'iniezione intra-uretrale, il paziente urina prima dell'introduzione del prodotto perché l'umidificazione uretrale facilita la somministrazione di MUSE ed è essenziale per lo scioglimento del principio attivo.

Edex® o Caverject®: l'uomo inietta il farmaco direttamente nel pene, più precisamente nei corpora cavernosa usando un piccolo ago. Gli effetti sull'erezione si notano dopo 5-10 minuti.

C'è un trattamento in corso?

Il tadalafil può anche essere somministrato quotidianamente con Cialis 5 mg (scatola da 28 compresse). Presi alla stessa ora ogni giorno, tratta un'erezione in qualsiasi momento della giornata quando viene stimolata sessualmente. È adatto a uomini a cui non piace anticipare i rapporti.

Meno noto, anche la yohimbina (Yocoral®) viene assunta quotidianamente. Ma la sua efficacia è minima. Il suo dosaggio è da 10 a 15 mg in tre dosi giornaliere. È necessario un ritardo di 2-3 settimane prima di vedere i primi effetti.